Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il ministro dell'economia Johann Schneider-Ammann intende chiedere al Consiglio Federale di estendere da 12 a 18 mesi l'autorizzazione per la disoccupazione parziale accordata alle aziende in gennaio, dopo l'abbandono del tasso minimo di cambio con l'euro.

"Così diamo alle aziende più tempo per adattarsi alle nuove condizioni quadro e cerchiamo contemporaneamente di mantenere posti di lavoro in Svizzera", spiega Schneider-Ammann in un'intervista ai domenicali Zentralschweiz e Ostschweiz am Sonntag.

"La disoccupazione parziale deve essere utilizzata quando si vede la luce alla fine del tunnel, ossia per risolvere un problema limitato nel tempo", sottolinea il ministro dell'economia

Alla fine di ottobre la misura riguardava circa 5300 dipendenti di quasi 400 società. Già nel 2011 il Consiglio Federale aveva prolungato a 18 mesi il periodo di disoccupazione parziale in risposta al rafforzamento della quotazione del franco.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS