Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il consigliere federale Johann Schneider-Ammann ha incontrato fra ieri e oggi a Bruxelles i commissari europei László Andor (occupazione, affari sociali e integrazione) e Karel De Gucht (commercio). I colloqui si sono incentrati sulla libera circolazione delle persone e sulle relazioni economiche reciproche, ma anche su un eventuale accordo di libero scambio fra Ue e Stati Uniti.

Questo accordo rappresenterebbe una sfida per la Svizzera, ha dichiarato oggi dopo gli incontri il responsabile del Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR). Il consigliere federale si è fatto aggiornare sullo stato dei lavori da De Gucht.

Un abbassamento dei dazi doganali, anche solo di pochi punti percentuali, avrebbe ripercussioni sulle aziende elvetiche, ha spiegato il consigliere federale. In particolare per i settori industriali e agricoli.

I possibili svantaggi della Svizzera non sono tuttavia stati discussi in questo incontro. Il consigliere federale non si fa illusioni: "Nessuno ci regalerà niente", ha affermato.

Dal canto suo, il commissario europeo si è invece informato sugli accordi firmati dalla Confederazione con la Cina. "Mi ha fatto sapere che gli piacerebbe avere una discussione più approfondita sul tema", ha detto il responsabile del DEFR.

Schneider-Ammann e De Gucht hanno inoltre discusso dei rapporti economici fra la Confederazione e l'Unione europea e di un loro possibile ampliamento, della conferenza dell'Organizzazione mondiale del commercio (WTO) che si terrà a Bali il prossimo dicembre e delle relazioni di libero scambio con paesi terzi.

Durante l'incontro con László Andor, Schneider-Ammann ha sottolineato l'importanza della libera circolazione delle persone sia per la Svizzera sia per l'Unione europea, senza dimenticare tuttavia le misure di accompagnamento per il mercato del lavoro svizzero.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS