Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente della Confederazione Johann Schneider-Ammann si reca oggi in Iran per una visita di due giorni con l'obiettivo di consolidare ed estendere le relazioni bilaterali.

Domani è previsto l'incontro con l'omologo iraniano Hassan Rohani nonché con numerosi ministri e esponenti del Paese dell'Asia sud-occidentale.

Durante i colloqui si parlerà dello Stato di diritto, delle relazioni economiche e di politica internazionale. Tra i temi trattati vi saranno i diritti umani, la giustizia e la sicurezza regionale e anche la migrazione continuerà ad essere parte dei dialoghi. Vi è inoltre l'intenzione d'incrementare la cooperazione nell'educazione, nella ricerca e nell'innovazione.

A livello economico si intende invece rafforzare le condizioni quadro, parlare dell'adesione dell'Iran all'Organizzazione mondiale del commercio (OMC) e della cooperazione dei due Paesi alle organizzazioni internazionali.

Infine, domenica mattina il capo del Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR) si recherà presso l'Università di Teheran dove terrà un discorso sulla politica economica. Circa una quarantina di persone accompagnano Schneider-Ammann, tra queste una delegazione scientifica e una economica.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS