Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La riduzione del carico burocratico e le relazioni economiche bilaterali sono stati tra gli argomenti principali sviscerati oggi a Londra tra il Consigliere federale Johann Schneider-Ammann e il ministro del commercio britannico Lord Maude.

Per quanto attiene allo sgravio amministrativo, una nota odierna del Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca ricorda che "negli ultimi anni il Regno Unito ha fortemente ridotto la burocrazia e i costi dello Stato, rafforzando la competitività della propria economia".

In un contesto caratterizzato dal franco forte, i poteri pubblici devono impegnarsi a ridurre gli oneri e i costi dell'economia per preservare i posti di lavoro, puntualizza il comunicato. A tale riguardo, il Consiglio federale ha già proposto in settembre alcune proposte di intervento incluse in un rapporto diretto al Parlamento.

Schneider-Ammann ha approfittato del viaggio oltre Manica per inaugurare il «CTI Market Entry Camp UK», un programma organizzato dalla Commissione per la tecnologia e l'innovazione col sostegno dell'ambasciata svizzera a Londra, destinato a sostenere start-up svizzere sul mercato insulare.

Il campus della CTI è la porta d'ingresso per entrare sul principale mercato europeo dell'alta tecnologia, precisa la nota. Con queste aziende, il ministro dell'economia ha "intavolato un dibattito sulle condizioni quadro per le start-up in Gran Bretagna e in Svizzera, in particolare sugli ostacoli amministrativi".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS