Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Su invito del consigliere federale Johann Schneider-Ammann si è tenuto oggi a Berna un incontro sull'agricoltura e sull'apprezzamento del franco. Il capo del DEFR ha riunito i vertici delle principali associazioni agricole e rappresentanti dell'industria alimentare.

Al centro dell'incontro c'erano le prospettive del ramo agroalimentare, si legge in un comunicato odierno del Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR). La situazione è cambiata dopo che è stato tolto il cambio minimo con l'euro, e i rami orientati all'esportazione sono ora esposti a crescente pressione.

La Confederazione può sostenere le aziende produttrici attraverso misure mirate per abbassare i costi di produzione e alleggerire gli oneri amministrativi, continua la nota. Il DEFR ha già avviato un primo progetto in materia di semplificazione amministrativa mentre il Consiglio federale, a titolo di misura a breve termine e provvisoria, ha chiesto al Parlamento di aumentare di 20 milioni di franchi i mezzi per la "legge sul cioccolato".

Dopo aver analizzato la situazione i partecipanti hanno formulato una serie di proposte individuali e politiche. Sono stati individuati margini di manovra per incentivare il marketing e le vendite in Svizzera e all'estero, nonché per sostenere la ricerca e l'innovazione. Tutti concordano sulla necessità di alleggerire gli oneri amministrativi delle imprese attraverso una semplificazione delle norme.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS