Il sindacato Syna sostiene lo sciopero nazionale delle donne previsto domani in Svizzera ed, esortando le donne a scendere in piazza, esprime cinque rivendicazioni all'indirizzo del mondo politico ed economico.

Per ottenere finalmente la parità di genere nel mondo del lavoro, occorrono in primo luogo adeguamenti strutturali concreti, scrive il sindacato in un comunicato odierno. Syna chiede: parità di salario attraverso un controllo delle discriminazioni salariali e rivalutazione delle professioni femminili, rendite sicure per il lavoro a tempo parziale, rimunerazione delle attività di cura e accudimento, conciliabilità di lavoro e famiglia mediante offerte finanziariamente sostenibili per l'accudimento dei figli e orari di lavoro compatibili con la famiglia nonché reinserimento professionale garantito dopo la maternità.

Syna esorta tutte le dipendenti e affiliate al sindacato a scendere in piazza e annuncia che verserà un'indennità di sciopero alle iscritte scioperanti prive di un'indennità effettiva per perdita di guadagno: "si tratta di un chiaro riconoscimento di come il lavoro di accudimento non retribuito abbia lo stesso valore di un'occupazione retribuita", precisa nella nota.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.