Navigation

Sciopero per il clima alla vigilia della manifestazione a Berna

Un momento della manifestazione a Losanna KEYSTONE/CYRIL ZINGARO sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 settembre 2019 - 17:37
(Keystone-ATS)

Alla vigilia della mobilitazione nazionale in programma a Berna, diverse manifestazioni a favore del clima sono state organizzate oggi in numerose città svizzere.

A Zurigo, circa 5000 persone - secondo una stima di una giornalista di Keystone-ATS presente sul posto - hanno marciato attraverso il centro della città, dividendosi in due gruppi distinti. Un corteo più vivace si è riunito sulla Limmatquai con musica ad alto volume e slogan scanditi a gran voce. Una seconda marcia con famiglie, anziani, disabili e persone con disabilità motorie è invece partito dal Münsterhof e hanno tranquillamente passeggiato compiendo un percorso abbreviato.

A Losanna si sono radunate circa 3500 persone, ha indicato la polizia cittadina. Un numero inferiore alle precedenti mobilitazioni organizzate nel capoluogo vodese, anche dovuto all'appuntamento in programma domani a Berna. I manifestanti si sono diretti verso il lago per arrivare poi al sito delle piramidi di Vidy. Tra i presenti anche Jacques Dubochet, premio Nobel per la chimica nel 2017 e figura abituale delle marce per il clima.

Una parte della folla ha cercato di bloccare la strada all'altezza di una rotonda all'entrata della città, ma la polizia ha rapidamente risolto la situazione. L'azione è stata coordinata dal movimento Extinction Rebellion, che già la scorsa settimana aveva deciso di occupare il ponte Bessières nel centro di Losanna dalle 12.00 alle 20.00. La circolazione non è stata perturbata, ha precisato la polizia cittadina.

A Ginevra sono stati circa 2'500 i manifestanti, secondo la polizia cantonale. Al passaggio di fronte alle grandi banche si sono levate grida di protesta, ma il corteo si è svolto senza alcun incidente e all'insegna del buonumore, anche con la presenza di alcuni cartelloni ironici a sostegno del clima.

Manifestazioni per l'ambiente si sono tenute anche a Bienne (BE), alla presenza di circa 250-300 persone quasi tutte giovani, e a Neuchâtel: nel capoluogo è stata organizzata una giornata d'azione e all'università si sono tenuti corsi e conferenze sugli sconvolgimenti ambientali. Una cinquantina di persone ha poi partecipato a una marcia di protesta lungo le vie della cittadina.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.