Tutte le notizie in breve

I dipendenti delle lavanderia dell'ospedale di Friburgo protestano contro la privatizzazione della loro azienda

KEYSTONE/JEAN-CHRISTOPHE BOTT

(sda-ats)

Il personale delle lavanderie dell'Ospedale di Friburgo (HFR) è in sciopero da stamani alle 6.00 in segno di protesta contro l'annunciata privatizzazione della loro azienda, con sedi nel capoluogo cantonale e a Tavel.

Una dozzina di impiegati del sito di Friburgo sono presenti all'ospedale cantonale, ha indicato all'ats Gaétan Zurkinden, segretario regionale del sindacato dei servizi pubblici (SSP-VPOD). Chiedono al consiglio di amministrazione di valutare opzioni affinché le lavanderie possano continuare ad operare come impresa pubblica e rivendicano la salvaguardia dei posti di lavoro.

"La protesta durerà fino a quando il consiglio di amministrazione dell'ospedale risponderà positivamente alle nostre rivendicazioni", ha indicato il sindacalista. In fine di mattinata è previsto un incontro con la direzione delle risorse umane.

L'HFR ha annunciato l'intenzione di privatizzare la gestione del servizio lavanderia in febbraio, sull'esempio di quanto già fatto dagli ospedali di Berna, Losanna e la Broye. Il cda ha elencato diverse ragioni per sostenere la sua scelta, citando in particolare le istallazioni vetuste a Friburgo e il volume ridotto di lavoro a Tavel. L'esternalizzazione della lavanderia eviterebbe peraltro "un ingente investimento di 18,8 milioni di franchi". L'HFR intende proporre alla trentina di dipendenti interessati un impiego equivalente o il pensionamento anticipato.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve