Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli allievi conducenti dovrebbero fare più pratica prima di presentarsi all'esame per ottenere la patente. Per questo la Confederazione vuole rilasciare la licenza per allievo conducente anche ai 17enni. L'esame pratico potrà essere effettuato solo dopo i 18 anni.

In questo modo la formazione complementare obbligatoria potrebbe passare da due a una giornata, ha spiegato un portavoce dell'Ufficio federale delle strade (Ustra) confermando informazioni pubblicate da "Zentralschweiz am Sonntag" e "Ostschweiz am Sonntag".

La prima fase di formazione degli allievi conducenti, che prevede il corso per soccorritori, l'esame teorico e il corso di teoria della circolazione, dovrebbe essere potenziata. La prova teorica dovrebbe diventare più severa per garantire che chi aspira ad avere la patente abbia compreso le regole della circolazione stradale. Verrebbero quindi eliminati gli esami a risposte multiple. Per l'esame pratico dovranno essere valutate le competenze e la capacità a guidare senza attendere direttive.

Non cambierà nulla invece per quanto riguarda la licenza di condurre in prova. Dopo tre anni sarà possibile chiede la patente illimitata. Nel periodo di prova è necessario seguire una formazione complementare di 16 ore, ripartite su due giornate.

L'Ufficio prevenzione infortuni (upi), aveva analizzato nel 2012 l'efficacia della formazione alla guida su incarico dell'Ufficio federale delle strade, e concluso che i benefici della formazione complementare non possono essere dimostrati con certezza. In futuro il corso dovrà insegnare ad evitare gli incidenti tipici e insegnare a guidare su strada bagnata, la notte o a conoscere il comportamento dell'auto in curva.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS