Navigation

Scuote neonato che finisce in coma, indagata madre

Il bambino è in gravi condizioni (immagine d'archivio). KEYSTONE/AP/VADIM GHIRDA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 24 dicembre 2019 - 07:22
(Keystone-ATS)

Una madre di 29 anni, originaria della provincia di Vicenza e residente a Mestrino (Padova), è indagata per lesioni gravissime aggravate nei confronti del figlio di cinque mesi, ricoverato in gravissime condizioni all'ospedale di Padova.

Secondo la ricostruzione degli investigatori la donna, esasperata dal pianto del piccolo lo avrebbe scosso violentemente, e il piccolo ha accusato immediatamente i sintomi dell'arresto circolatorio. È stata la stessa donna a chiamare il 118 e ad autoaccusarsi davanti al magistrato e ai carabinieri.

L'episodio è avvenuto sabato scorso, nella casa della famiglia; all'arrivo dei sanitari il medico di turno ha chiamato i carabinieri. La mamma in caserma ha raccontato la sua verità: il piccolo non dormiva e lei, esasperata, avrebbe perso il controllo di se stessa. Il piccolo, in pericolo di vita, rischia comunque di subire danni permanenti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.