Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Anche la Segreteria di Stato dell'economia (Seco) corregge al ribasso le sue previsioni di crescita economica per la Svizzera, dopo la contrazione dell'0,1% del prodotto interno lordo (Pil) registrata nel secondo trimestre. Per il 2012 il gruppo di esperti della Confederazione punta ora su un aumento del Pil pari all'1%, contro l'1,4% pronosticato tre mesi or sono.

La stima per il 2013 viene rivista solo leggermente, con un tasso di +1,4%, contro il precedente +1,5%, ha precisato oggi la Seco in una nota. A pesare è il debole contesto economico mondiale: gli specialisti prevedono quindi per la Svizzera un andamento congiunturale ancora poco dinamico e un lieve aumento della disoccupazione.

La settimana scorsa, la Banca nazionale svizzera (BNS) ha previsto un tasso di +1% per il PIL elvetico nel 2012, contro +1,5% anticipato in giugno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS