Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sedici persone sono rimaste ferite nella collisione fra un treno a vapore e un carro per il trasporto di pietrisco avvenuta ieri sera verso le 23.00 alla stazione di Sihlbrugg (ZH), al confine fra i cantoni Zurigo e Zugo. Due persone sono state ricoverate in ospedale.

I danni ammontano a mezzo milione. Fra i feriti figurano anche i due macchinisti, precisa la polizia in un comunicato. Il treno a vapore viaggiava da Arth-Goldau (SZ) in direzione di Zurigo quando si è scontrato con il carro ed ha deragliato.

Fortunatamente viaggiava molto lentamente. A Sihlbrugg doveva effettuare una sosta per fare il pieno di acqua. I soccorritori sono intervenuti in forze sul posto. Alcuni feriti sono stati trasportati in ospedale per accertamenti e poi dimessi. Due persone sono ancora ricoverate con ferite di media gravità, ha precisato un portavoce della polizia.

Le cause dell'incidente non sono ancora chiare. Sarà il Servizio d'inchiesta svizzero sulla sicurezza (SISI) ad indagare sull'accaduto. Secondo Christoph Kupper, responsabile per il settore ferrovia e navigazione al SISI, appare però chiaro che il vagone merci non avrebbe dovuto essere lì. Un errore da parte dei macchinisti del treno a vapore è invece poco verosimile, ha aggiunto.

A causa dell'incidente, la tratta fra Zugo e Thalwil (ZH) è stata parzialmente chiusa al traffico e si sono registrati ritardi fino a 20 minuti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS