Navigation

Sedici feriti per una collisione fra treni a Sihlbrugg

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 febbraio 2016 - 19:00
(Keystone-ATS)

Sedici persone sono rimaste ferite nella collisione fra un treno a vapore e un carro per il trasporto di pietrisco avvenuta ieri sera verso le 23.00 alla stazione di Sihlbrugg (ZH), al confine fra i cantoni Zurigo e Zugo. Due persone sono state ricoverate in ospedale.

I danni ammontano a mezzo milione. Fra i feriti figurano anche i due macchinisti, precisa la polizia in un comunicato. Il treno a vapore viaggiava da Arth-Goldau (SZ) in direzione di Zurigo quando si è scontrato con il carro ed ha deragliato.

Fortunatamente viaggiava molto lentamente. A Sihlbrugg doveva effettuare una sosta per fare il pieno di acqua. I soccorritori sono intervenuti in forze sul posto. Alcuni feriti sono stati trasportati in ospedale per accertamenti e poi dimessi. Due persone sono ancora ricoverate con ferite di media gravità, ha precisato un portavoce della polizia.

Le cause dell'incidente non sono ancora chiare. Sarà il Servizio d'inchiesta svizzero sulla sicurezza (SISI) ad indagare sull'accaduto. Secondo Christoph Kupper, responsabile per il settore ferrovia e navigazione al SISI, appare però chiaro che il vagone merci non avrebbe dovuto essere lì. Un errore da parte dei macchinisti del treno a vapore è invece poco verosimile, ha aggiunto.

A causa dell'incidente, la tratta fra Zugo e Thalwil (ZH) è stata parzialmente chiusa al traffico e si sono registrati ritardi fino a 20 minuti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.