Navigation

Sempre più manifestazioni nelle città svizzere

Le città svizzere registrano un numero di manifestazioni record. Immagine d'archivio di una protesta a Berna. KEYSTONE/PETER SCHNEIDER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 01 dicembre 2019 - 15:01
(Keystone-ATS)

Le città svizzere registrano un numero di manifestazioni record. In testa si trova Berna, dove quest'anno si supererà per la prima volta quota 300, si legge nella "SonntagsZeitung".

In media la città federale accoglie sei dimostrazioni alla settimana, con alcune giornate in cui si sono addirittura svolte quattro manifestazioni simultaneamente.

Secondo il domenicale, questa tendenza non provoca solamente disagi ad abitanti, pendolari e visitatori, ma anche alle attività commerciali, che in alcuni casi rischiano la chiusura.

La problematica non riguarda solo Berna: a Zurigo, ad esempio, una storica boutique ha annunciato la chiusura dopo 30 anni. Troppo spesso, infatti, il sabato - giorno in cui tradizionalmente si fanno più affari - i clienti evitano la zona a causa di dimostrazioni.

Le associazioni dei commercianti lanciano l'allarme: traffico, deviazioni dei mezzi pubblici e atti di vandalismo allontanano gli amanti dello shopping, mettendo in crisi un settore già in difficoltà a causa del crescente commercio online.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.