Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Circa 12 mila persone, secondo una stima della polizia, hanno partecipato oggi a Belgrado a un corteo pacifico per ricordare i dieci anni trascorsi dall'uccisione del premier riformista e europeista serbo Zoran Djindjic.

Su iniziativa del Partito democratico (Ds), al quale Djindjic apparteneva, e del Partito liberaldemocratico (Ldp), i dimostranti hanno attraversato le vie del centro della capitale, passando davanti alla sede del governo, dove Djindjic fu assassinato, per raggiungere il cimitero. Il decimo anniversario dell'uccisione di Zoran Djindjic, un delitto che secondo gli osservatori ha rallentato l'integrazione europea della Serbia, è stato ricordato anche dal parlamento serbo, che ha interrotto in mattinata i suoi lavori per rendere omaggio al premier riformista assassinato, e da altre numerose iniziative pubbliche, dibattiti, mostre, conferenze, concerti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS