Navigation

Serbia: presidenziali; 97% schede,Tadic 25,33%, Nikolic 24,99%

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 maggio 2012 - 19:19
(Keystone-ATS)

In Serbia, dopo lo spoglio di oltre il 97% delle schede elettorali, il presidente uscente Boris Tadic è in leggero vantaggio nelle presidenziali sull'avversario conservatore Tomislav Nikolic.

Secondo la commissione elettorale (Rik), per Tadic ha votato il 25,33%, rispetto al 24,99% andato a Nikolic. Entrambi i principali candidati si affronteranno al ballottaggio decisivo del 20 maggio prossimo.

Al terzo posto il ministro dell'interno e leader del partito socialista (Sps) Ivica Dacic con il 14,24%, seguito dall'ex premier conservatore Vojislav Kostunica col 7,44%, dal ministro della sanità e rappresentante del partito delle regioni Zoran Stankovic con il 6,56%, e dal leader del Partito liberaldemocratico (Ldp) Cedomir Jovanovic al quale è andato il 5,03%. Jadranka Seselj, moglie del leader ultranazionalista Vojislav Seselj sotto processo per crimini di guerra al Tribunale penale dell'Aja (Tpi), si attesta al 3,78%, mentre il 2,77% è andato a Vladan Glisic, candidato della formazione di estrema destra Dveri.

Percentuali minori hanno ottenuto gli altri altri candidati: Zoran Dragisic all'1,53%, il muftì Muamer Zukorlic all'1,41%, il rappresentante della minoranza ungherese Istvan Pastor all'1,65%, la candidata socialdemocratica Danica Grujicic allo 0,79%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?