Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il primo ministro Aleksandar Vucic tra i favoriti.

KEYSTONE/AP/MARKUS SCHREIBER

(sda-ats)

In Serbia la commissione elettorale ha ufficializzato ieri in serata la lista degli 11 candidati alle elezioni presidenziali del 2 aprile prossimo, sorteggiando l'ordine di apparizione sulle schede elettorali.

Grande favorito resta il premier Aleksandar Vucic (numero 6 della lista), candidato dello schieramento governativo, appoggiato oltre che dal suo partito conservatore Sns anche dal partito socialista del ministro degli esteri Ivica Dacic e da altre forze politiche che sostengono il governo.

Da tempo tutti i sondaggi lo danno vincitore, l'unico in grado di affermarsi già al primo turno. Se cosi' non dovesse essere, la possibilità di andare con Vucic al ballottaggio è ristretta a due-tre degli altri candidati, tutti schierati sul fronte dell'opposizione: Sasha Jankovic, Vuk Jeremic e Vojislav Seselj.

L'eventuale secondo turno si terrebbe il 16 aprile, giorno della Pasqua ortodossa che quest'anno coincide con quella cattolica. Il più originale ed eccentrico fra i candidati alle presidenziali è Luka Maksimovic, schierato apertamente su posizioni provocatorie di anti-politica e anti-sistema.

Il presidente uscente Tomislav Nikolic, che aveva inizialmente lasciato intendere di volersi ricandidare in aperta concorrenza con Vucic, ha poi accettato di farsi da parte e di appoggiare il premier, del cui partito Sns anche Nikolic fa parte.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS