Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il consigliere federale Guy Parmelin.

KEYSTONE/EPA KEYSTONE/ANTHONY ANEX

(sda-ats)

Le nuova legge sulle attività informative dovrebbe entrare in vigore nel settembre 2017, tra un anno esatto: lo ha detto il consigliere federale Guy Parmelin, commentando con i media l'esito del voto.

Nel frattempo il governo elaborerà le norme di applicazione, valuterà l'acquisto di nuovi mezzi tecnici e designerà la nuova autorità di sorveglianza, ha indicato il ministro della difesa.

La legge darà strumenti moderni ai Servizi informativi della Confederazione (SIC), ma prevede anche controlli supplementari per rispondere ai timori di un buon numero di cittadini, ha sottolineato, esprimendo grande soddisfazione per un voto popolare così netto.

Il capo dell'autorità di sorveglianza dovrebbe venir nominato entro fine anno; durante i preparativi per l'applicazione della legge "tutto dovrà essere verificato scrupolosamente" e tutte le istanze dovranno essere d'accordo. Saranno testati i processi di collaborazione con i Cantoni e in seno all'amministrazione federale. Il parlamento - ha detto ancora Parmelin - sarà associato nella redazione delle ordinanze di applicazione, che verranno poste in consultazione all'inizio del 2017.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS