Servizio civile: calano le ammissioni nei primi nove mesi del 2019

Un giovane che presta servizio civile KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 11 ottobre 2019 - 14:47
(Keystone-ATS)

È calato nei primi nove mesi dell'anno il numero di persone ammesse al servizio civile. L'ufficio federale che se ne occupa (CIVI) ne ha contabilizzate 4'607, ciò che rappresenta una flessione del 3,9% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso (4'793).

In totale, 2'340 richiedenti (51%) hanno presentato domanda prima di iniziare la scuola reclute (SR), 737 (16%) durante la stessa e 1'530 (33%) al suo termine, viene precisato in una nota odierna dello stesso CIVI.

Stando all'Ufficio federale del servizio civile, non sono disponibili analisi sui motivi di questo calo. "Per esperienza è noto che le cifre sulle ammissioni sono soggette a oscillazioni, pertanto le tendenze riguardanti un incremento o una flessione sono identificabili soltanto su un lungo arco di tempo", ha aggiunto CIVI.

La pubblicazione delle cifre odierna giunge a poche settimane dal "sì" del Consiglio degli Stati al progetto governativo, con il quale si intende ridurre drasticamente il numero di ammissioni. Sulla revisione della legge, sulla quale il Nazionale deve ancora esprimersi, pende però un forte rischio di referendum. Diverse prese di posizione in tal senso sono infatti emerse nelle ultime settimane.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo