Navigation

Servizio civile: calano le ammissioni

Sono calate le ammissioni al servizio civile lo scorso anno e nei primi tre mesi del 2020 KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 21 aprile 2020 - 10:51
(Keystone-ATS)

Nel 2019 si è assistito a un calo delle ammissioni (-1,9%) al servizio civile, a una diminuzione del numero dei giorni di servizio prestati (-67'052) nonché a una riduzione degli istituti d'impiego riconosciuti (-161).

È quanto si evince dalle statistiche annuali pubblicate oggi.

Per quanto riguarda invece i primi tre mesi del 2020, il numero delle ammissioni è diminuito da 1801 a 1563 (-13,2 %) rispetto al primo trimestre 2019. Questo calo è dovuto alla sospensione del reclutamento da parte dell'esercito, nonché alle giornate d'introduzione per il servizio civile in relazione con la pandemia di COVID-19, spiega l'Ufficio federale del servizio civile in una nota odierna.

Sui 1563 nuovi "civilisti" ammessi, 793 (51%) hanno presentato domanda prima dell'inizio della scuola reclute (SR), 246 (16%) durante la SR e 524 (33%) dopo l'adempimento della SR.

Il tema è attualmente al vaglio del Parlamento. Nella sessione primaverile delle Camere federali, il Consiglio degli Stati ha ribadito che ai soldati che dopo la scuola reclute chiedono di passare al servizio civile deve venir imposto un periodo di attesa di dodici mesi. Il dossier ritorna al Nazionale, che aveva bocciato tale termine d'attesa in prima lettura.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.