Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dovrebbe essere presto giudicato il dipendente del Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC) che nel maggio 2012 ha rubato dati confidenziali. Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) prepara l'atto d'accusa.

Quest'ultimo dovrebbe essere depositato presso il Tribunale penale federale nel corso dell'estate, ha confermato il portavoce del MPC André Marty, riferendosi a un'informazione in tal senso apparsa sul giornale Schweiz am Sonntag. Il ladro sarà accusato di spionaggio e persino di spionaggio economico e violazione del segreto d'ufficio.

L'uomo era stato fermato dopo aver tentato di aprire un conto in banca dicendo di attendere una grossa somma di denaro, derivante dalla vendita di dati dello Stato. Questi sono stati confiscati.

In seguito un rapporto della delegazione delle Commissioni di gestione del Parlamento ha segnalato carenze nella sicurezza informatica del SIC. Da allora i diritti di accesso al sistema sono stati limitati.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS