Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I cantoni romandi e quello di Berna hanno firmato oggi a Friburgo un accordo unico a livello svizzero. Hanno infatti aderito a CoParl, acronimo ufficiale di una Convenzione che ha lo scopo di migliorare lo scambio di informazioni nonché la coordinazione tra i parlamenti su dossier intercantonali e internazionali.

Berna, Friburgo, Ginevra, Giura, Neuchâtel, Vallese e Vaud sono già membri della Conferenza dei governi cantonali della Svizzera occidentale (CGSO). Ora, dopo un processo durato cinque anni, questi cantoni hanno ratificato la nuova convenzione, ha indicato oggi in una nota la CGSO.

CoParl contribuirà a rafforzare la partecipazione dei parlamenti e a sviluppare mezzi di controllo di gestione interparlamentare. Inoltre, essa prevede che i governi informino almeno una volta all'anno i rispettivi parlamenti sulla loro politica estera.

La CGSO è stata fondata nel 1993 e comprende circa il 40% degli abitanti e del territorio elvetico. Si tratta della sola Conferenza governativa in grado di formare un'entità intercantonale bilingue (40 germanofoni e 60% francofoni).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS