Navigation

Sezioni giovanili: UDC, PLR e PPD collaborino maggiormente

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 ottobre 2014 - 16:14
(Keystone-ATS)

UDC, PLR e PPD devono collaborare in maniera più stretta in vista delle elezioni federali del 2015. È quanto chiedono i presidenti delle rispettive sezioni giovanili, che auspicano un solido blocco dei tre partiti borghesi in contrapposizione alla sinistra.

La presa di posizione non è stata concordata con i presidenti dei partiti nazionali, ha dichiarato Maurus Zeier, presidente dei giovani liberali-radicali, citato in un comunicato congiunto odierno. Non ci sono quindi risposte ufficiali, ma le reazioni che giungono dalle reti sociali sono positive.

Lo scopo non è dire ai partiti principali cosa fare, ma la possibilità di unire le liste in alcuni cantoni deve essere presa in considerazione, ha aggiunto Zeier. In questo modo sarebbe possibile cumulare tutti i voti del "blocco" borghese.

La sinistra sta già lavorando ad alleanze, e come alle scorse elezioni c'è il rischio che con questo sistema vengano sovra-rappresentati in Parlamento. Questo fatto rende necessaria una alleanza più concreta anche fra i borghesi, continua la nota.

Il presidente del PPD, Christophe Darbellay, circa un mese fa ha però chiarito che il PLR deve decidere se unire le liste con loro o con l'UDC. Entrambe le cose non sono possibili, ha affermato in un'intervista.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?