Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SG: commissione vuole divieto burqa

KEYSTONE/PETER KLAUNZER

(sda-ats)

La commissione preparatoria del parlamento sangallese vuole introdurre il divieto generale di dissimulare il viso, per esempio con un burqa, nei luoghi pubblici. Lo annuncia oggi il cantone. In aprile, l'esecutivo si era invece opposto a questa misura.

Il legislativo cantonale aveva già discusso in settembre una modifica della legge che comprende il regolamento relativo all'abbigliamento. Pur sostenendo la maggioranza delle proposte governative, la commissione parlamentare esorta a un inasprimento delle norme in materia di dissimulazione del viso.

Chi indossa un burqa o capi d'abbigliamento affini che non ne rendono possibile l'identificazione potrebbe dunque in futuro rischiare una multa. Questo a condizione che "la sicurezza pubblica o la pace religiosa e sociale siano minacciate", ha affermato all'ats il portavoce della commissione Linus Thalmann (UDC).

Non è stato ancora precisato il modo in cui il provvedimento verrebbe messo in pratica, ma eventuali casi sarebbero analizzati singolarmente per determinare se rientrino o meno in quelli passabili di sanzione.

SDA-ATS