Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nel Cantone di San Gallo la scuola dell'obbligo potrebbe in futuro rinunciare ai voti 1 e 2 in pagella: è quanto proposto dal cosiddetto Consiglio di istruzione in un nuovo concetto di valutazione inviato in consultazione, fino al 4 luglio, agli ambienti interessati.

La decisione sarà presa in autunno. Informazioni sulla homepage del Dipartimento dell'educazione confermano la notizia in tal senso apparsa oggi sulla "Schweiz am Sonntag".

Nella sua proposta il Consiglio di istruzione (Erziehungsrat), un organo consultivo del governo, ritiene che la capacità degli allievi debba continuare a assere valutata per mezzo di voti ma "ritiene poco sensata" una classificazione differenziata delle insufficienze. Per questo motivo i due peggiori voti non dovrebbero apparire nella pagella.

Inoltre per la decisione sulla promozione di un allievo l'"Erziehungsrat" prevede una valutazione più ampia e non ridotta semplicemente alla somma dei voti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS