Navigation

SGS: utile in calo nel primo semestre

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 luglio 2011 - 11:57
(Keystone-ATS)

Il gruppo ginevrino SGS, leader mondiale nelle ispezioni e certificazioni, ha registrato un utile netto in calo dell'8,9% a 246 milioni di franchi nel primo semestre rispetto ai 270 milioni dello stesso periodo del 2010. Il fatturato è diminuito leggermente a 2,345 miliardi di franchi (-0,3%).

A tassi di cambio costanti l'utile distribuibile agli azionisti e il fatturato mostrano tuttavia una progressione rispettivamente del 6% e del 12,8%, ha comunicato oggi SGS. Il risultato operativo Ebit si è fissato a 363 milioni di franchi, in calo del 5,2%, ma mostra un miglioramento del 10% a cambi invariati.

Per l'insieme dell'anno in corso, SGS ritiene di poter realizzare una crescita "solida" del giro d'affari a cambi costanti, superiore al 10%. I margini operativi dovrebbero tuttavia essere "leggermente inferiori" al livello del 2010.

Tutte le regioni e tutti i settori hanno contribuito al buon andamento del volume d'affari. Il fatturato della divisione "Mineral Services" ha messo a segno un incremento del 24,6%, sulla scia dell'intensa attività nell'insieme del comparto minerario e "grazie al successo della strategia di sviluppo", si legge nella nota.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?