Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Morte e distruzione a Mogadiscio.

KEYSTONE/AP/FARAH ABDI WARSAMEH

(sda-ats)

Gli integralisti islamici somali Al Shabaab sono tornati a spargere terrore e sangue a Mogadiscio facendo esplodere quattro autobomba guidate da kamikaze di fronte a un hotel con un bilancio di vittime di almeno 20 morti e 17 feriti.

Una cifra che complessivamente potrebbe essere di quasi 30 morti perché in serata non era ancora stato chiarito se il bilancio fornito dalla polizia includesse anche gli attentatori suicidi e quattro terroristi uccisi mentre cercavano di assaltare l'hotel, il "Sahafi" della capitale somala.

Attraverso la loro Radio Andalous, gli Al Shabaab hanno rivendicato gli attentati confermando la propria pericolosità. Cellula somala di Al Qaida dal 2012, vogliono imporre una versione estrema della sharia, la legge islamica, nell'ex colonia italiana devastata da una guerra civile iniziata nel 1991.

Cacciati da Mogadiscio nel 2011, gli Shabaab hanno perso il controllo della maggior parte delle città ma conservano una notevole presenza nel sud e centro del paese, da dove organizzano attentati.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS