Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Il Padiglione svizzero ha aperto oggi le porte in occasione dell'inaugurazione dell'esposizione universale di Shanghai, la più grande manifestazione del genere finora organizzata. I responsabili del padiglione elvetico prevedono complessivamente 2,5 milioni di visitatori nell'arco dei sei mesi, indica una nota odierna del Dipartimento federale degli affari esteri. Oggi, primo giorno di apertura al pubblico, sono stati contati 350 mila visitatori. Tutti i biglietti d'entrata sono andati esauriti.
L'inaugurazione ufficiale della kermesse è avvenuta ieri. Per l'occasione, oltre ai tradizionali fuochi di artificio, il tenore italiano Andrea Bocelli ha cantato "Nessun Dorma", seguito da artisti africani e bambini tibetani.
Per questa esposizione dei superlativi, il governo statale e quello locale non hanno badato a spese: 4,2 miliardi di dollari spesi, il doppio rispetto alle olimpiadi di Pechino. I media riferiscono tuttavia di cifre ben più alte: 58 miliardi di dollari spesi complessivamente per l'Expo e per le strutture collegate.
L'Expo di Shanghai è anche quello che conta sul maggiore spazio: 5,3 chilometri quadrati, 20 volte più grande dell'ultima Expo a Saragozza, due volte Monaco e sei volte l'Expo che sarà ospitata a Milano fra cinque anni.

SDA-ATS