Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Processo importante per il gruppo di Sergio Ermotti.

KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA BELLA

(sda-ats)

C'è attesa, sia in Svizzera che in Francia, per l'apertura domani a Parigi del processo contro alcuni ex impiegati di UBS. La maggiore banca elvetica dovrà far fronte ad accuse pesanti - riciclaggio e frode fiscale - che, potenzialmente, potrebbero costarle caro.

Il processo rappresenta l'atto finale di inchieste avviate nel 2011 che vedranno sfilare sul banco degli accusati numerose persone. A queste si aggiunge un nutrito gruppo di testimoni. Sia la casa madre che la filiale di UBS in Francia sono sul banco degli imputati. Nel corso della procedura, UBS è stata posta nel luglio 2014 sotto controllo giudiziario con l'obbligo di versare una cauzione di 1,1 miliardi di euro.

Tra le persone che compariranno sul banco degli imputati figurano il responsabile dell'ufficio a Lilla di UBS France dal 2005 al 2008, il direttore commerciale e membro del direttorio di UBS France dal 2004 al 2008, il responsabile della banca privata internazionale dal 2004 al 2007, il capo del dipartimento France International di UBS dal 2006 al 2009, il responsabile del dipartimento France International del gruppo UBS dal 2004 al 2007 e il presidente del consiglio di sorveglianza 2004 al 2008. Queste persone sono accusate di aver cercato di procurarsi clienti senza autorizzazione, di riciclaggio e di riciclaggio aggravato da frode fiscale. Anche UBS France e UBS compariranno in qualità di persone giuridiche davanti alla corte con le medesime accuse.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS