Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In futuro in Svizzera si potranno acquistare e consumare in tutta legalità tre specie di insetti. Si tratta del tarlo della farina, ma unicamente nella fase larvale, del grillo domestico e della locusta migratoria.

È quanto prevede tra l'altro la revisione di tutta una serie di ordinanze, in consultazione sino a fine ottobre, resasi necessaria in seguito all'adozione della Legge sulle derrate alimentari da parte del parlamento.

Il consumo di queste tre specie era finora stato autorizzato in occasione di singoli eventi chiaramente definiti per la degustazione di insetti. La richiesta di poter vendere liberamente questo tipo di animali era stata formulata dalla consigliera nazionale Isabelle Chevalley (PVL/VD) con un'interpellanza.

Per attirare l'attenzione sul problema della carenza di risorse alimentari a livello mondiale, la vodese non aveva del resto esitato a invitare i colleghi a una degustazione di pietanze a base di insetti. Il ricco buffet proponeva hamburger di camole, vol-au-vent con ripieno di grilli, torte e biscotti prodotti con varie larve.

Per il resto, le nuove ordinanze prevedono la commercializzazione generale di tutti gli alimenti sicuri e conformi a norme precise. Oggi possono essere venduti solo quelli indicati esplicitamente dalla Legge sulle derrate alimentari o espressamente autorizzati.

"La revisione significa soprattutto un'ulteriore eliminazione degli ostacoli al commercio nel traffico con l'Ue", indica la Cancelleria federale in una nota.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS