Navigation

Siberia, cucciolo di 18'000 anni fa emerso intatto da ghiacci

Il cucciolo di 18'000 anni fa emerso intatto da ghiacci KEYSTONE/EPA NORTH-EASTERN FEDERAL UNIVERSITY/MICHIL YAKOVLEV/ sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 28 novembre 2019 - 16:30
(Keystone-ATS)

E' emerso dal permafrost siberiano perfettamente integro, con naso, pelliccia e denti intatti, ma non si è ancora riusciti a capire se si tratti di un cucciolo di cane o di lupo.

L'unica cosa sicura è che ha più di 18'000 anni come hanno rilevato le analisi con il carbonio 14, condotte da ricercatori russi e svedesi del Centro di paleogenetica di Stoccolma.

Trovato vicino la città siberiana di Yakutsk, è stato chiamato Dogor, che vuol dire amico in lingua yakut. L'analisi del Dna ha rilevato che era un maschio, ma non ha permesso di capire a quale specie di animale appartenesse, spiega il Centro svedese sul suo profilo Twitter.

"Abbiamo già molti dati ma il fatto che non si riesce a capire se è un cane o un lupo, potrebbe indicare che proviene da una popolazione di antenati comuni a entrambi", ha spiegato uno dei ricercatori, David Stanton.

Il periodo a cui risale è molto interessante "per l'evoluzione di cani e lupi. Non sappiamo esattamente quando sono stati addomesticati dall'uomo, ma può darsi che sia avvenuto in quell'epoca. Siamo interessati quindi a capire se è un cane, un lupo o una via di mezzo tra i due", conclude Stenton. I ricercatori sperano di scoprire di più sulle sue origini con ulteriori test sul suo genoma.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.