Navigation

Simonetta Sommaruga incontra delegazione di sans-papiers

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 marzo 2012 - 18:56
(Keystone-ATS)

La consigliera federale Simonetta Sommaruga ha ricevuto oggi una delegazione di sans-papiers a Palazzo federale. L'incontro era stato sollecitato per chiedere la regolarizzazione di 173 persone. La ministra non ha preso impegni.

La responsabile del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) si è limitata a prendere in consegna la lista dei nomi, ha comunicato la portavoce Christine Stähli, aggiungendo che il Dipartimento non intraprenderà nessun ulteriore passo.

L'unica possibilità che hanno i sans-papiers è quella di rivolgersi ai cantoni e chiedere di legalizzare il loro soggiorno nei casi di maggiore malessere sociale.

L'incontro è durato un'ora: mentre sei sans-papiers accompagnati da un assistente svizzero discutevano con la consigliera federale, una cinquantina di loro manifestava con striscioni, tamburi e pentole davanti all'ala ovest di Palazzo federale.

In una conferenza tenuta nella sede del PS, un portavoce dei sans-papiers, Philippe Blanc, ha detto che Sommaruga non ha fatto alcuna promessa. Blanc ha tuttavia definito l'incontro un successo. "La ministra ha riconosciuto l'impegno del movimento".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?