Navigation

Simonetta Sommaruga ricevuta da presidente Sergio Mattarella

La presidente della Confederazione, Simonetta Sommaruga, assieme al presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella. sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 29 settembre 2020 - 17:07
(Keystone-ATS)

Dopo l'incontro di stamane col premier Giuseppe Conte, la presidente della Confederazione, Simonetta Sommaruga, è stata ricevuta al Quirinale dal Presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella.

In un tweet, Sommaruga ha parlato di discussione fruttuosa avuta col suo interlocutore e sulla volontà della Svizzera e dell'Italia di puntare a una ripresa sostenibile.

Assieme a Mattarella era presente all'incontro anche il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano, Luigi Di Maio.

Quest'ultimo, prima dell'incontro, ha dichiarato in una nota che la bocciatura di domenica dell'iniziativa sulla limitazione "è una buona notizia per l'Italia e per l'Europa".

"L'iniziativa popolare per la modifica della Costituzione svizzera con l'obiettivo di limitare la libera circolazione delle persone prevista dagli accordi con la Ue, è stata respinta da oltre il 61% dei votanti", ha ricordato Di Maio in una nota. Si tratta del chiarissimo risultato di un esercizio di democrazia diretta e di una buona notizia per l'Italia e per l'Europa. Il voto di domenica salvaguarda anche i diritti di centinaia di migliaia di lavoratori italiani in Svizzera. Esso ha confermato la fiducia del popolo svizzero in una stretta relazione con l'Europa, rafforzata in questi mesi dalla comune lotta contro il Covid, e nel valore del lavoro di tanti cittadini italiani ed europei immigrati nella Confederazione.

"Un grazie particolare, oltre che al popolo svizzero, alla Presidente Sommaruga, oggi in visita in Italia, e al Consigliere federale agli Affari esteri Cassis, per aver sostenuto le ragioni del risultato", precisa il comunicato.

"Ho anche grande fiducia - ha aggiunto Di Maio - che esso aprirà la strada ad un più celere negoziato per accordi ancora più avanzati tra Svizzera e Ue, che vadano nell'interesse degli svizzeri, degli italiani e di tutti gli europei."

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.