Navigation

Sindaco Vilnius schiaccia con tank auto in sosta vietata

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 agosto 2011 - 18:06
(Keystone-ATS)

L'amministrazione comunale di Vilnius, capitale della Lituania, ora ha un'arma in più contro la sosta selvaggia. A metterla in atto è lo stesso primo cittadino, Arturas Zuokas, classe 1968, al suo secondo mandato.

Zuokas, in un video diffuso sul sito del comune che già impazza sul web, quando trova sul suo cammino una macchina in sosta vietata sale a bordo di un blindato e, anche se lascia ad un altro la guida, dà indicazioni per la traiettoria del mezzo: dritta su una macchina parcheggiata sulla pista ciclabile di Gedimino Prospectas, la strada principale di Vilnius.

Nel video, il sindaco appare piuttosto divertito dell'effetto del blindato: sotto i cui cingoli, l'auto si schiaccia senza difficoltà. Il mezzo corazzato, di fabbricazione russa, è in dotazione alle forze armate lituane per il trasporto delle truppe.

La 'terapia Zuocas' pare indirizzata, in particolare, contro le auto di grossa cilindrata. Nel video, infatti, si vedono Mercedes, Rolls Royce e Ferrari, parcheggiate sullo spazio dedicato alle piste ciclabili.

Secondo quanto riportato dalla Bbc, il video sarebbe stato girato da Zuokas per una trasmissione tv svedese dal titolo "99 things to do before you die", vale a dire "99 cose da fare prima di morire". Il sindaco lituano è un amante dei mezzi alternativi all'auto e, stando a quanto riportano alcune testate locali, spesso è stato visto girare per le strade di Vilnius a bordo del suo 'Segway', sorta di monopattino hi-tech, o con una bicicletta elettrica.

"Abbiamo voluto ricordare alla gente che è necessario rispettare gli altri - ha affermato Zuokas - e abbiamo voluto dimostrare che i lituani sono persone originali e creative".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?