Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SINGAPORE - Il cittadino elvetico accusato a Singapore di vandalismo per aver imbrattato un treno della locale metropolitana è stato condannato oggi a cinque mesi di prigione e ad alcune bastonate. L'uomo ha ammesso i fatti davanti alla Corte.
Il consulente informatico di 32 anni era stato incriminato e posto in detenzione preventiva ad inizio giugno, prima di essere rimesso provvisoriamente in libertà al pagamento di una cauzione di 100'000 dollari (circa 82'000 franchi). Il suo passaporto è sotto sequestro.
Il 17 maggio scorso si era introdotto, assieme ad un britannico, in un deposito della metropolitana e aveva decorato di graffiti un convoglio.

SDA-ATS