Navigation

Siria: attentato sede 007; attivisti, decine di morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 ottobre 2012 - 11:41
(Keystone-ATS)

È di "decine di morti" il bilancio dell'attentato di ieri sera contro la sede dell'intelligence dell'Aeronautica ad Harasta, un sobborgo di Damasco. Lo riferisce l'Osservatorio siriano per i diritti umani, precisando che si "ignora la sorte delle centinaia di prigionieri" che si trovavano nell'installazione.

La sede dell'intelligence è stata presa di mira perché "è una delle più famigerate divisioni di sicurezza, una cittadella della repressione la cui estensione è nota solo a Dio", recita il comunicato di rivendicazione del gruppo Al Nusra, che si è attribuito la paternità dell'attacco, compiuto con due autobomba "guidate da due combattenti".

Una prima, secondo il gruppo, caricata con 9 tonnellate di esplosivo, è stata fatta esplodere all'interno del compound, mentre 25 minuti dopo è arrivata l'altra, una ambulanza, con una tonnellata di esplosivo.

Dopo le deflagrazioni è seguita una intensa sparatoria nel sobborgo, confermata anche dalla tv filo-governativa Syria News (al-Ikhbariya).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.