Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Almeno 38 militari sono stati uccisi nell'attacco attacco compiuto oggi da ribelli contro una base militare del regime a sud di Damasco. Lo afferma l'agenzia di notizie Masar, vicina al fronte anti-regime, mentre la notizia non trova conferma nei media governativi siriani.

La fonte precisa che l'attacco con autobomba è avvenuto a Mliha e non a Jaramana, quartiere limitrofo ma ancora controllato dalle truppe lealiste. L'edificio preso di mira nei pressi del confine tra Mliha e Jaramana, è noto come Tameco, dal nome dell'omonima fabbrica di medicine funzionante prima dello scoppio del conflitto circa due anni fa.

L'agenzia Masar afferma che i ribelli sono riusciti a catturare due carri armati e una camionetta militare dotata di mitragliatore di grosso calibro.

Nell'ambito della stessa operazione militare - prosegue Masar - i ribelli hanno conquistato anche il posto di blocco detto Nur, dove erano operativi miliziani sciiti libanesi di Hezbollah.

Le notizie non possono però essere confermate in modo indipendente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS