Navigation

Siria: attivisti, 47 cadaveri donne e bambini a Homs

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 marzo 2012 - 10:24
(Keystone-ATS)

I cadaveri di almeno 47 tra donne e bambini sono stati trovati a Homs, in Siria. Lo annunciano gli attivisti dell'opposizione, precisando che alcune delle vittime sono state sgozzate. L'agenzia di Stato Sana afferma che un certo numero di "civili sono stati sequestrati, uccisi e i corpi mutilati da gang terroriste".

Il Consiglio nazionale siriano (Cns) ha chiesto una riunione d'urgenza del Consiglio di sicurezza Onu dopo le informazioni sul "massacro" da parte delle forze fedeli al presidente Bashar al Assad.

"I cadaveri di almeno 26 bambini e 21 donne sono stati trovati nei quartieri di Karm al-Zeitoun e al-Adawiyé, alcuni sgozzati, altri pugnalati dai 'chabbiha' (le milizie filo-regime)", ha affermato Hadi Abdallah, della Commissione generale della rivoluzione siriana, mostrando un video a sostegno delle proprie accuse.

Contestualmente, l'agenzia di Stato Sana denuncia che "gruppi di terroristi hanno sequestrato, ucciso, mutilato" un numero imprecisato di civili a Homs "per filmarli e mandarli in onda" sulle tv satellitari, in particolare al Jazira e al Arabiya.

Intanto, centinaia di famiglie sono fuggite da Homs dopo la notizia del ritrovamento della cinquantina di cadaveri di donne e bambini in due quartieri della città. Lo riferisce l'Osservatorio siriano per i diritti umani.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?