Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Attivisti siriani accusano le forze del presidente Bashar al Assad di aver usato armi chimiche nel pesante bombardamento di oggi nelle aree vicine a Damasco sotto controllo dei ribelli.

Secondo attivisti citati dalla Reuters, i morti sono 213. Secondo quelli sentiti da Al Arabiya, sono almeno 500. La denuncia arriva nel giorno della visita a Damasco di un team Onu di esperti di armi chimiche.

L'Osservatorio siriano per i diritti umani ha reso noto dal canto suo che "dopo mezzanotte, le forze del regime hanno intensificato le operazioni militari, ricorrendo all'aviazione e ai lanciagranate, causando decine di morti e feriti" nella regione di Damasco, in particolare nelle zone della Ghouta orientale e Ghouta occidentale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS