Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I primi osservatori dell'Onu sono arrivati oggi al villaggio di Tremseh, in Siria, teatro del massacro di due giorni fa. Lo rendono noto i Comitati locali di coordinamento dell'opposizione, sottolineando che gli osservatori sono accompagnati da forze governative.

Secondo una portavoce della missione Onu Unsmis, gli osservatori sono entrati a Tremseh senza bisogno di chiedere un'autorizzazione delle forze militari governative, dopo che ieri una prima pattuglia di caschi blu era arrivata sul luogo e aveva "valutato la situazione".

"Oggi abbiamo inviato una più grande pattuglia integrata per cercare di verificare i fatti", ha aggiunto la portavoce, Sausan Ghosheh, all'agenzia Afp.

Nel paese intanto continuano le violenze. Secondo l'Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus) almeno 30 persone, di cui 22 civili, sono rimaste uccise oggi nel paese, dopo le 120 contate ieri.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS