Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le forze armate turche, che questa notte hanno condotto due blitz 35 chilometri all'interno della Siria, hanno riportato in patria il feretro di Suleyman Shah, nonno del fondatore dell'impero ottomano, oltre ai 40 soldati turchi di guardia alla tomba che si trovava in un'area considerata una enclave turca, ma ora controllata dall'Isis.

All'incursione hanno partecipato 600 soldati con 100 mezzi blindati, con l'appoggio di caccia ed elicotteri d'assalto. Nel blitz è morto, in un incidente secondo fonti militari, un soldato turco.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS