Navigation

Siria: Erdogan, Assad pagherà per uccisione turchi

Erdogan lancia un avvertimento ad Assad KEYSTONE/AP/Fateh Guidoum sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 03 febbraio 2020 - 17:02
(Keystone-ATS)

"Nei raid aerei di stamani del regime siriano" contro obiettivi turchi a Idlib "sono morte 8 persone, 5 soldati e 3 civili. Li abbiamo fatti pagare e continueremo a farli pagare per quello che hanno fatto".

Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, parlando a Kiev in una conferenza stampa con l'omologo ucraino Volodymyr Zelenski al termine dell'Alto consiglio strategico bilaterale.

Il leader di Ankara ha aggiornato dunque il bilancio di 6 vittime (5 militari e un civile) reso noto in precedenza dal ministero della Difesa turco. "Tutti devono riconoscere le proprie responsabilità nel quadro del processo di Astana e continuare a lavorare", ha aggiunto Erdogan.

Il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu ha intanto avuto un colloquio telefonico sugli ultimi sviluppi a Idlib con l'omologo russo Serghei Lavrov. Ankara aveva già accusato Mosca nei giorni scorsi di non far rispettare la tregua nell'area al regime di Bashar al Assad.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.