Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente siriano Bashar al Assad è pronto ad usare armi chimiche, anzi in base a notizie non confermate sarebbero già state utilizzate contro la città di Homs. Lo sostiene, parlando con la Bbc, Nawaf Fares, ex ambasciatore siriano in Iraq e l'esponente più di rilievo del regime ad essere passato dalla parte dell'opposizione.

"Ci sono informazioni, naturalmente non confermate, che armi chimiche siano state utilizzate parzialmente contro la città di Homs", ha detto Fares, aggiungendo che i principali attentati in tutta la Siria sono stati orchestrati dal regime di Damasco con la collaborazione di Al Qaida. L'ex ambasciatore, che in passato ha svolto ruoli di primo piano nel partito di governo Baath, ha definito Assad "un lupo ferito e messo all'angolo".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS