Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Siria rappresenta una "minaccia per la sicurezza internazionale": lo ha affermato il presidente francese François Hollande rivolgendosi alla Russia, e chiedendo sanzioni più dure contro il regime di Damasco, aprendo a Parigi la conferenza dei Paesi "Amici della Siria".

Bashar al Assad "deve andarsene, nell'interesse della Siria, dei Paesi vicini e di tutti quelli che sono interessati alla pace nella regione": così il presidente francese François Hollande nel corso dell'incontro dei ministri degli Esteri dei Paesi "Amici della Siria". Hollande ha poi chiesto che siano incrementati gli aiuti umanitari per la Siria.

La Cina e la Russia "pagheranno un prezzo" per il loro sostegno al regime siriano di Bashar al Assad, ha da parte sua affermato la Segretaria di Stato Usa, Hillary Clinton, intervenendo alla conferenza degli amici della Siria a Parigi. La caduta del regime siriano di Bashar-Al-Assad, è "inesorabile", ha aggiunto.

Intanto sul campo continuano gli scontri tra forze governative e ribelli e i bombardamenti di aree abitate. Il bilancio è di almeno 17 morti, secondo i Comitati locali di coordinamento dell'opposizione. L'agenzia di Stato Sana conferma scontri a Daraa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS