Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

C'è l'accordo tra USA e Russia sul piano sulle armi chimiche del regime siriano. Lo hanno annunciato il segretario di Stato Usa John Kerry e il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov dopo i negoziati tenutisi a Ginevra.

"La Siria deve fornire una lista delle sue armi chimiche entro una settimana", ha detto Kerry, aggiungendo che è stato trovato un accordo sul metodo per rimuovere e distruggere l'arsenale chimico siriano.

Da parte sua Lavrov ha definito "eccellente" l'esito dei negoziati. L'obiettivo posto da Putin e Obama è stato raggiunto, ha dichiarato, specificando che si tratta di una decisione basata sul consenso e sul compromesso. L'accordo - ha fatto notare - non contiene nulla sul possibile uso della forza.

Prima l'organismo dell'Onu per le armi chimiche deve approvare la proposta russo-americana, poi sarà stabilito il programma relativo allo smantellamento delle armi chimiche siriane, ha detto Lavrov. "Gli ispettori dell'Onu devono essere in territorio siriano non più tardi di novembre", ha specificato notare Kerry.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS