Navigation

Siria: media, raid Usa uccide alto esponente qaidista a Idlib

Un alto esponente di al Qaida in Siria è stato ucciso nelle ultime ore da un raid aereo nella regione di Idlib, nel nord-ovest, che fonti locali attribuiscono agli Stati Uniti. KEYSTONE/EPA/DOD/US AIR FORCE/SGT. SHAWN NICKEL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 25 giugno 2020 - 14:04
(Keystone-ATS)

Un alto esponente di al Qaida in Siria è stato ucciso nelle ultime ore da un raid aereo che fonti locali attribuiscono agli Stati Uniti.

Secondo media della regione di Idlib, nel nord-ovest del paese, Abu Adnan al Homsi, capo militare della milizia Hurras ad Din (Guardiani della Fede) è morto nelle ultime ore dopo le ferite riportate in seguito a un attacco aereo con drone compiuto dalla Coalizione internazionale a guida Usa. La milizia Hurras ad Din è considerata l'ala locale di al Qaida.

La regione è di fatto controllata dalla Turchia che ha nelle ultime settimane inasprito le misure per indebolire le formazioni qaidiste ostili ad Ankara.

Le fonti precisano che il veicolo sul quale viaggiava al Homsi è stato centrato nei pressi di Binnish, vicino al capoluogo di Idlib.

Nei giorni scorsi, l'ex ala siriana di al Qaida ora cooptata dalla Turchia ha intrapreso una serie di arresti eccellenti contro esponenti di Hurras ad Din e altri gruppi considerati ostili alla Turchia. Lo scorso 14 giugno un altro raid aereo con drone attribuito agli Usa aveva ucciso tre esponenti qaidisti di Idlib.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.