Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un combattente delle Forze democratiche siriane vicino a Raqqa (archivio)

KEYSTONE/AP Syrian Democratic Forces/UNCREDITED

(sda-ats)

Milizie curdo-siriane sostenute dagli Stati Uniti sono entrate poco fa nella parte urbana di Raqqa, roccaforte dell'Isis nel nord della Siria.

Lo riferiscono all'agenzia italiana ANSA fonti di attivisti anti-Isis in collegamento con loro familiari rimasti nella città assediata dai curdi su tre lati.

Secondo le fonti, l'avanzata dell'ala siriana del Pkk sostenuta dagli Usa si muove nel quartiere orientale periferico di Mashlab (Macete) in direzione della città industriale e dell'antico recinto murario di Raqqa oltre il quale si apre il centro storico.

Le fonti affermano che l'avanzata delle forze curde in territori urbani densamente popolati da civili procederà assai più lentamente dell'avanzata registrata da novembre scorso a oggi e compiuta in zone rurali e scarsamente abitate. A sud dell'asse offensivo curdo scorre l'Eufrate che di fatto ostacola la fuga dei jihadisti e dei civili.

Già nei mesi scorsi i ponti sull'Eufrate sono stati bombardati e distrutti dai raid della Coalizione anti-Isis a guida Usa.

L'attacco curdo-Usa su Raqqa è condotto da circa cinquemila miliziani inquadrati nelle 'Forze democratiche siriane', piattaforma guidata dall'ala siriana del Pkk e composta anche da elementi arabi della zona. Lo riferiscono fonti locali situate ai margini del fronte tra curdi e miliziani jihadisti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS