Tutte le notizie in breve

Il segretario del Consiglio di sicurezza russo Nikolai Patrushev (al centro) tra il premier Dmitri Medvedev (a destra) e il ministro della difesta Anatoly Serdyukov.

Keystone/AP RIA Novosti Kremlin/Dmitry Astakhov

(sda-ats)

Quasi 2700 persone provenienti dalle repubbliche russe del Caucaso del Nord si trovano in Siria e in Iraq come membri di gruppi terroristici: lo ha dichiarato il segretario del Consiglio di sicurezza russo, Nikolai Patrushev.

"Una minaccia particolare - ha detto Patrushev - viene posta dagli individui coinvolti nelle attività delle organizzazioni terroristiche. Le informazioni disponibili - ha spiegato - indicano che quasi 2700 persone residenti nei distretti" del Caucaso del Nord "sono in Siria e in Iraq come membri di gruppi terroristici".

Secondo Patrushev, inoltre, "sono stati individuati 66 soggetti che reclutavano nuovi miliziani per i gruppi armati illegali".

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve