Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov

Keystone/EPA/SERGEI CHIRIKOV

(sda-ats)

"I tentativi di adottare in modo infondato e alla chetichella una risoluzione del Consiglio di sicurezza dell'Onu con una condanna del governo" di Damasco "non possono essere e non saranno sostenuti da noi". Lo ha detto il ministro degli Esteri russo, Serghiei Lavrov.

Ieri al Consiglio di sicurezza dell'Onu Mosca ha posto il veto su una risoluzione proposta da Usa, Francia e Gran Bretagna sull'attacco chimico vicino a Idlib, in Siria.

Nel testo, oltre alla richiesta di accesso degli ispettori di Nazioni Unite e Opac per indagare sull'accaduto, si domandava a Damasco di cooperare pienamente con le due organizzazioni, anche fornendo i dati sui voli aerei del giorno dell'attacco e sulle basi militari.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS