Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono oltre 50 gli aerei e gli elicotteri schierati dalla Russia in Siria in quella che il governo di Mosca definisce un'operazione antiterrorismo, ma che Usa e Francia temono sia diretta anche contro altre forze che si oppongono alle truppe del governo di Assad.

Lo fa sapere il portavoce del ministero della Difesa russo, generale Igor Konashenkov.

Il bilancio si riferisce alle prime 24 ore di raid aerei russi. Ieri sera il portavoce del ministero della Difesa, generale Igor Konashenkov, aveva fatto sapere che i caccia russi avevano colpito "otto basi dell'Isis" sulle montagne siriane effettuando "in tutto circa 20 voli". Oggi ha aggiunto che nella notte gli aerei hanno compiuto otto raid contro "i terroristi" in Siria distruggendo quattro obiettivi.

Secondo il quotidiano Kommersant, che cita una fonte militare, i jet russi schierati nella base aerea di Hmeimin, vicino a Latakia, sarebbero dei cacciabombardieri SU-24M e SU-34, degli aerei da attacco al suolo SU-25SM e dei caccia multiruolo SU-30SM. Inoltre la Russia disporrebbe in Siria di elicotteri d'assalto Mi-24 e di elicotteri multiruolo Mi-8.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS