Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Russia è pronta a usare la forza militare da domani contro chi viola il cessate-il-fuoco in Siria se non riceverà dagli Usa risposte sulle proposte avanzate per applicare la tregua.

Lo ha detto Sergei Rudskoi dello Stato Maggiore russo. Lo riporta la Tass. La Russia, ha aggiunto, ha elaborato e spedito agli Usa bozze sulla cessazione delle ostilità in Siria.

"La Russia - ha sottolineato Rudskoi - è pronta a completare in fretta il lavoro sul documento proposto e a incontrare una delegazione americana a Mosca o in un altro luogo adatto per entrambe le parti.

Se non c'è reazione da parte degli Usa a queste proposte, la Federazione Russa inizierà ad applicare unilateralmente le regole tratteggiate dall'accordo a partire dal 22 di marzo". "Ribadiamo - ha concluso - che la forza militare verrà usata solo dopo l'acquisizione di prove valide di violazioni sistematiche da parte di gruppi armati; non ci saranno azioni militari contro i gruppi che rispettano la tregua e contro civili o infrastrutture civili".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS